Oli essenziali: 5 cose fondamentali da sapere prima di usarli!

La maggior parte degli errori commessi usando una sostanza naturale, si commettono proprio usando gli oli essenziali.

Proprio per questo oggi ho deciso di condividere con voi 5 cose fondamentali da sapere prima di utilizzare gli oli essenziali. Queste 5 cose importanti, devono servire come guida di partenza per conoscere ed apprezzare nel modo corretto queste preziose sostanze naturali. Possiamo considerarle una sorta di “ABC degli oli essenziali”.

Pronti a vederle insieme?

Iniziamo subito!

Dosare gli oli essenziali correttamente è fondamentale!

Gli oli essenziali sono sostanze estremamente concentrate, che possono essere estratte da varie parti della pianta o del frutto: foglie, bucce, corteccia ecc…

Si ottengono tramite un processo di distillazione in corrente di vapore, pressatura, spremitura o estrazione. Agiscono fortemente sul corpo e sulla mente perché sono a tutti gli effetti l’anima concentrata della pianta da cui provengono.

Proprio in virtù della loro elevata concentrazione, è fondamentale dosarli al meglio per godere dei loro benefici senza effetti collaterali.

Rispettate sempre le indicazioni d’utilizzo degli oli essenziali e non abbondate con le quantità: già una o due gocce sono estremamente efficaci perché concentratissime.

Scegli al meglio il tuo olio essenziale

In commercio ci sono tantissimi prodotti venduti come oli essenziali anche quando in realtà sono molto differenti qualitativamente tra loro.

Alcuni elementi sono fondamentali per scegliere al meglio il proprio olio essenziale:

-Assicurati che quello che vai acquistando sia un olio essenziale puro al 100%, non tagliato con altri oli vegetali o sostanze di sintesi. Per farlo, leggi l’etichetta e presta attenzione al fatto che la lista degli ingredienti sia composta da una sola voce (rappresentativa dell’olio essenziale scelto).

-Ci sono oli essenziali estratti da piante semplici ed oli essenziali estratti da piante spontanee o coltivate con metodo biologico o biodinamico. Questi ultimi, generalmente sono più efficaci.

-Anche il processo di estrazione dell’olio essenziale incide sulla sua efficacia. Un metodo di estrazione ottimale è la distillazione in corrente di vapore.

Utilizza correttamente gli oli essenziali

Una cosa che pochi sanno, ma che è fondamentale per usare correttamente gli oli essenziali è che non devono mai essere utilizzati puri sulla pelle.

Proprio perché fortemente concentrati, gli oli essenziali devono essere diluiti (nel rispetto delle dosi espresse nella scheda del prodotto o nell’etichetta) in un olio vegetale che funga da vettore. Ottimi gli oli di Riso, Nocciole, Mandorle, Jojoba o Argan giusto per citarne alcuni.

Usare gli oli essenziali puri sulla pelle può causare reazioni avverse e irritazioni diffuse quindi prestate sempre attenzione a quest’aspetto! Anche se fino ad ora avete usato l’olio essenziale puro sulla pelle in piccole dosi, smettete subito di farlo e diluitelo con un olio vegetale prima di riprenderne l’utilizzo. Solo perché fino ad ora non avete avuto reazioni avverse, non vuol dire che queste non possano presentarsi in futuro.

E’ inoltre importante non utilizzare gli oli essenziali sulla pelle lesa.

Prestate attenzione infine agli oli essenziali fotosensibili. Molti oli essenziali infatti non devono essere applicati prima di esporsi al sole.

Gli oli essenziali vanno conservati nel modo corretto

Un argomento poco discusso è la corretta conservazione degli oli essenziali. In realtà è fondamentale conservare nel modo corretto queste sostanze, perché altrimenti rischiano di alterarsi o perdere le loro proprietà.

Assicuratevi di conservare il vostro olio essenziale al riparo dalla luce, in confezioni di vetro scuro ben chiuse (essendo volatili altrimenti evaporerebbero) e a temperatura stabile.

L’uso corretto degli oli essenziali in gravidanza, allattamento e sui bambini piccoli

Non tutti gli oli essenziali possono essere utilizzati in gravidanza, allattamento e sui bambini piccoli. Fate sempre un’adeguata ricerca prima di utilizzare gli oli essenziali in queste circostanze.

In particolare, non vanno bene in gravidanza e allattamento questi oli essenziali: agrumi, achillea, salvia, ginepro, canfora, basilico, timo, rosmarino, anice e cumino.

Vi ho citato i più diffusi, ma poi ce ne sono altri quindi la cosa migliore è cercarli volta per volta.

Per maggiori informazioni sugli oli essenziali e per acquistarli nel rispetto della qualità (elemento a cui per prima tengo molto), eccovi il link diretto alla sezione delle materie prime proposte dal nostro negozio online: http://www.primobio.it/pa_viso-corpo/oli-burri/

A presto,

Deborah

Tags: , , , ,