Carrello vuoto.

Category Archives: Pelle

Pori dilatati: esiste una crema miracolosa?

Tra gli inestetismi cutanei più frequenti troviamo i pori dilatati.

In tantissime mi scrivete e chiedete consiglio su come chiudere i pori dilatati del viso, domandandomi se esiste una crema miracolosa o un rimedio naturale realmente efficace.

 

Pori dilatati: quali sono le cause?

Prima di tutto è bene chiarire quali sono le cause dei pori dilatati, per agire su di esse e sconfiggerli.

I pori dilatati appaiono quando la pelle non respira e deve dilatare i suoi pori per riuscire a ossigenarsi. Se i pori cutanei risultano occlusi, tendono a dilatarsi e causare questo fastidioso inestetismo.

Cosa occlude i pori e impedisce alla pelle di respirare?

Le cause possono essere molteplici. Ci può essere troppo sebo (caratteristica tipica delle pelli miste, grasse) oppure può dipendere dalla consistenza del sebo che la nostra pelle produce. Nel caso delle pelli asfittiche (secche superficialmente e con tendenza a creare imperfezioni se trattate con prodotti troppo nutrienti) il sebo è ceroso e fatica a fuoriuscire dai pori con la detergenza quotidiana. Ecco dunque che si accumula, occlude i pori e li dilata.

Altre cause dei pori dilatati sono l’utilizzo frequente di make-up oppure l’utilizzo di cosmetici contenenti siliconi e petrolati (sostanze occlusive per i pori). Anche la scelta di creme troppo grasse può occludere i pori cutanei e dilatarli.

 

Pori dilatati: come risolvere il problema

Per risolvere il problema dei pori dilatati è bene agire su due fronti:

  • Impostare una corretta skin-care
  • Utilizzare un buon prodotto astringente

Per impostare una corretta skin-care è fondamentale scegliere un detergente dall’azione purificante ed al contempo delicato. Se utilizziamo detergenti troppo aggressivi stimoleremo le nostre ghiandole sebacee sottocutanee a lavorare in eccesso ed il sebo prodotto sarà troppo. In questo caso quindi peggioreremo la situazione anziché migliorarla. La miglior scelta è un detergente eco bio, come questi che ho appositamente selezionato per te: DETERGENTI ECO BIO PER PORI DILATATI.

Dopo aver deterso il viso è fondamentale utilizzare un buon prodotto astringente. Il miglior rimedio per i pori dilatati è l’Idrolato di Hamamelis. Le sue proprietà astringenti e purificanti riescono a migliorare notevolmente la grana della pelle, perfezionandola già dopo pochi utilizzi. L’Idrolato di Hamamelis è meraviglioso contro i pori dilatati e costa pochissimo, dacci subito un’occhiata: IDROLATO DI HAMAMELIS.

E per finire la propria skin-care quotidiana è fondamentale scegliere una crema che risponda alle esigenze della propria tipologia di pelle. Ogni pelle è a sé e scegliere formule troppo ricche (o al contrario troppo povere) è un errore. Un consiglio se soffri di pori dilatati è quello di scegliere una crema dalla texture leggera, che possa idratare la tua pelle senza appesantirla. Ecco alcune creme perfette contro i pori dilatati: CREME VISO PORI DILATATI.

Per chiudere più velocemente i pori dilatati ti consiglio inoltre di utilizzare una volta alla settimana una buona maschera purificante. Ottima è l’Argilla Verde, che è astringente, purificante e anti-batterica. In questo modo pulirai bene i pori, eliminando tutto quel che li occlude e aiutandoli a chiudersi rapidamente.

 

Pori dilatati: esiste una crema miracolosa?

Più ancora di una crema miracolosa, rispondo a questa domanda rilanciandotene un’altra. Esiste un rimedio naturale miracoloso contro i pori dilatati?

L’Idrolato di Hamamelis di cui ti ho parlato poco fa, è il rimedio miracoloso.

Sebbene non mi piaccia mai definire qualcosa come “miracoloso”, l’Idrolato di Hamamelis è veramente eccezionale contro i pori dilatati. Il suo potere astringente è favoloso. Sebbene costi pochissimi euro, sui pori dilatati è migliore rispetto a tantissimi altri prodotti studiati appositamente per questa esigenza. Chiaramente è bene inserirlo in una giusta skin-care (come quella che ti ho descritto qui sopra) però ti consiglio assolutamente di provarlo perché rimarrai entusiasta.

Puoi scegliere l’Idrolato di Hamamelis puro oppure una crema che lo contiene (anche entrambe le cose, ovviamente in questo caso il risultato è potenziato!).

Per qualsiasi domanda o consiglio scrivimi pure (info@primobio.it) e nel frattempo ti auguro una buona navigazione sul nostro sito.

A presto,

Deborah

Tags: , , , ,

Miglior crema alla Bava di Lumaca: come sceglierla?

miglior crema alla bava di lumaca

Sei alla ricerca della miglior crema alla Bava di Lumaca per testare sin da subito le eccellenti proprietà di questo ingrediente naturale?

In questo articolo voglio condividere con te i miei consigli per scegliere la tua crema viso alla bava di lumaca nel modo migliore, al fine di vedere rapidamente risultati sulla tua pelle.

La Bava di Lumaca è ricca di proprietà elasticizzanti e rinnovatrici. È ottima in moltissime circostanze perché stimola la rigenerazione cutanea ed esfolia progressivamente la pelle, migliorandone l’aspetto e la grana. La Bava di Lumaca è efficace contro le macchie della pelle, contro brufoli e imperfezioni, contro le smagliature, contro le cicatrici e come anti-age. Stimola la produzione di Collagene ed Elastina, migliorando il tono cutaneo e contrastando le rughe.

La Bava di Lumaca per uso cosmetico è proposta in molteplici versioni. Puoi trovarla sotto forma di:

  • Crema alla Bava di Lumaca
  • Gel alla Bava di Lumaca
  • Concentrato puro di Bava di Lumaca

Bava di Lumaca: pura e concentrata o in gel?

La miglior soluzione per la pelle è il concentrato puro di Bava di Lumaca. In questo caso infatti usi la sostanza pura (ovviamente deodorizzata) direttamente sulla pelle ed ottimizzi notevolmente la sua resa. Per quanto ad alta concentrazione infatti, nessuna crema potrà garantirti gli stessi risultati, perché la Bava pura è decisamente più intensa come efficacia sulla pelle. Quest’ultima si presenta in forma liquida e va applicata localmente sulla problematica da risolvere. Si utilizza per brevi periodi di trattamento perché risolve più rapidamente il problema.

Per conoscere più da vicino e acquistare il concentrato puro di Bava di Lumaca, eccoti qui la scheda dettagliata del prodotto: BAVA DI LUMACA PURA E CONCENTRATA.

Il Gel alla Bava di Lumaca è un prodotto che ti consiglio invece se ami le consistenze fresche nei cosmetici o se vuoi utilizzare la Bava di Lumaca contro problemi di pelle impura (come brufoli e imperfezioni).

Miglior crema alla Bava di Lumaca: ecco come sceglierla

Se invece preferisci la texture della crema, eccoti i consigli per scegliere la miglior crema alla Bava di Lumaca:

  • Prediligi formule eco bio perché non contengono ingredienti potenzialmente occlusivi per la tua pelle, come i siliconi.
  • Non tutte le creme alla Bava di Lumaca sono ugualmente efficaci. I loro risultati sulla pelle dipendono dalla concentrazione di Bava di Lumaca che possiedono. Scegli creme con alte concentrazioni di Bava di Lumaca per ottimizzare il risultato e vederlo prima.
  • Scegli creme alla Bava di Lumaca che siano cruelty-free. Molte creme alla Bava di Lumaca utilizzano bava ottenuta con scosse elettriche mortali per la lumaca stessa. Le creme alla Bava di Lumaca che vendiamo qui su PrimoBio invece, contengono tutte bava ottenuta con stimolazione naturale del piede della lumaca (un metodo cruelty-free che non stressa le lumache stesse ed è decisamente più etico).

Se vuoi acquistare la migliore crema alla Bava di Lumaca ti suggerisco di cuore di puntare su questa qui:

CREMA VISO BIO SNAIL

E’ una crema eccellente, con altissima percentuale di Bava di Lumaca, cruelty-free, eco bio e Nichel Tested.

Se l’uso che desideri fare della crema è invece sul corpo, eccoti un’altra ottima crema sempre della stessa linea:

CREMA CORPO BIO SNAIL

Per qualsiasi altra informazione sentiti libera di scriverci: info@primobio.it

A presto!

Deborah

Tags: , , , ,

Oli essenziali: 5 cose fondamentali da sapere prima di usarli!

La maggior parte degli errori commessi usando una sostanza naturale, si commettono proprio usando gli oli essenziali.

Proprio per questo oggi ho deciso di condividere con voi 5 cose fondamentali da sapere prima di utilizzare gli oli essenziali. Queste 5 cose importanti, devono servire come guida di partenza per conoscere ed apprezzare nel modo corretto queste preziose sostanze naturali. Possiamo considerarle una sorta di “ABC degli oli essenziali”.

Pronti a vederle insieme?

Iniziamo subito!

Dosare gli oli essenziali correttamente è fondamentale!

Gli oli essenziali sono sostanze estremamente concentrate, che possono essere estratte da varie parti della pianta o del frutto: foglie, bucce, corteccia ecc…

Si ottengono tramite un processo di distillazione in corrente di vapore, pressatura, spremitura o estrazione. Agiscono fortemente sul corpo e sulla mente perché sono a tutti gli effetti l’anima concentrata della pianta da cui provengono.

Proprio in virtù della loro elevata concentrazione, è fondamentale dosarli al meglio per godere dei loro benefici senza effetti collaterali.

Rispettate sempre le indicazioni d’utilizzo degli oli essenziali e non abbondate con le quantità: già una o due gocce sono estremamente efficaci perché concentratissime.

Scegli al meglio il tuo olio essenziale

In commercio ci sono tantissimi prodotti venduti come oli essenziali anche quando in realtà sono molto differenti qualitativamente tra loro.

Alcuni elementi sono fondamentali per scegliere al meglio il proprio olio essenziale:

-Assicurati che quello che vai acquistando sia un olio essenziale puro al 100%, non tagliato con altri oli vegetali o sostanze di sintesi. Per farlo, leggi l’etichetta e presta attenzione al fatto che la lista degli ingredienti sia composta da una sola voce (rappresentativa dell’olio essenziale scelto).

-Ci sono oli essenziali estratti da piante semplici ed oli essenziali estratti da piante spontanee o coltivate con metodo biologico o biodinamico. Questi ultimi, generalmente sono più efficaci.

-Anche il processo di estrazione dell’olio essenziale incide sulla sua efficacia. Un metodo di estrazione ottimale è la distillazione in corrente di vapore.

Utilizza correttamente gli oli essenziali

Una cosa che pochi sanno, ma che è fondamentale per usare correttamente gli oli essenziali è che non devono mai essere utilizzati puri sulla pelle.

Proprio perché fortemente concentrati, gli oli essenziali devono essere diluiti (nel rispetto delle dosi espresse nella scheda del prodotto o nell’etichetta) in un olio vegetale che funga da vettore. Ottimi gli oli di Riso, Nocciole, Mandorle, Jojoba o Argan giusto per citarne alcuni.

Usare gli oli essenziali puri sulla pelle può causare reazioni avverse e irritazioni diffuse quindi prestate sempre attenzione a quest’aspetto! Anche se fino ad ora avete usato l’olio essenziale puro sulla pelle in piccole dosi, smettete subito di farlo e diluitelo con un olio vegetale prima di riprenderne l’utilizzo. Solo perché fino ad ora non avete avuto reazioni avverse, non vuol dire che queste non possano presentarsi in futuro.

E’ inoltre importante non utilizzare gli oli essenziali sulla pelle lesa.

Prestate attenzione infine agli oli essenziali fotosensibili. Molti oli essenziali infatti non devono essere applicati prima di esporsi al sole.

Gli oli essenziali vanno conservati nel modo corretto

Un argomento poco discusso è la corretta conservazione degli oli essenziali. In realtà è fondamentale conservare nel modo corretto queste sostanze, perché altrimenti rischiano di alterarsi o perdere le loro proprietà.

Assicuratevi di conservare il vostro olio essenziale al riparo dalla luce, in confezioni di vetro scuro ben chiuse (essendo volatili altrimenti evaporerebbero) e a temperatura stabile.

L’uso corretto degli oli essenziali in gravidanza, allattamento e sui bambini piccoli

Non tutti gli oli essenziali possono essere utilizzati in gravidanza, allattamento e sui bambini piccoli. Fate sempre un’adeguata ricerca prima di utilizzare gli oli essenziali in queste circostanze.

In particolare, non vanno bene in gravidanza e allattamento questi oli essenziali: agrumi, achillea, salvia, ginepro, canfora, basilico, timo, rosmarino, anice e cumino.

Vi ho citato i più diffusi, ma poi ce ne sono altri quindi la cosa migliore è cercarli volta per volta.

Per maggiori informazioni sugli oli essenziali e per acquistarli nel rispetto della qualità (elemento a cui per prima tengo molto), eccovi il link diretto alla sezione delle materie prime proposte dal nostro negozio online: http://www.primobio.it/pa_viso-corpo/oli-burri/

A presto,

Deborah

Tags: , , , ,

Olivello Spinoso e Q10 anti age: bombe per la pelle matura!

olivello spinoso e Q10 anti age per la pelle matura

Due attivi di spicco nella cosmesi per la pelle matura sono l’Olivello Spinoso ed il Q10 anti age.

Oggi vedremo insieme perché sono così efficaci contro le rughe e come scegliere al meglio i cosmetici che li contengono, al fine di assicurare il massimo risultato anti-aging sulla pelle matura.

Proprietà dell’Olivello Spinoso anti age

L’Olivello Spinoso è un piccolo frutto arancione, ricchissimo di Vitamina C. Oltre a questa vitamina, la sua formula è molto completa perché racchiude altresì generose quantità di vitamina A, B, E, P, accompagnate da oligoelementi fondamentali per il benessere dell’organismo e della pelle, flavonoidi, carotenoidi ed Omega 3,6,9.

In Natura l’Olivello Spinoso è uno degli attivi antiossidanti più efficaci per la pelle. Il suo olio è un prezioso ingrediente da ricercare nei cosmetici se volete contrastare in modo eccellente i segni del tempo che la vostra pelle presenta.

Dona estrema luminosità, attenuando quell’effetto grigiastro che la pelle tende ad assumere nel corso del tempo. Già dopo poche applicazioni di una crema o di un siero contenente generose dosi di Olivello Spinoso noterete un colorito più vivo e radioso. Io stessa adoro l’effetto luminoso che la vitamina C dona alla pelle e questo ingrediente naturale ne è ricchissimo: ecco perché regala una bellissima luce alla pelle.

I flavonoidi, i tocoferoli e gli Omega 3, 6 e 9 naturalmente presenti nell’Olivello Spinoso lo arricchiscono di altre importanti proprietà per la pelle. Grazie a queste sostanze infatti, l’Olivello Spinoso stimola il rinnovamento cellulare, contrasta i radicali liberi e attenua le macchie causate dal passare del tempo o dall’eccessiva esposizione solare degli anni passati.

Consiglio l’utilizzo di una buona crema o di un siero a base di Olivello Spinoso sia a chi ha già una pelle matura e desidera migliorarne l’aspetto, sia a chi ha superato i 25-30 anni e vuole iniziare ad utilizzare dei prodotti dall’efficace azione preventiva.

Proprietà del Q10 anti age

Mentre l’Olivello Spinoso si concentra principalmente sulle migliorie all’aspetto della pelle (come luminosità, macchie e segni del tempo), il Q10 è invece un attivo anti age maggiormente efficace nel ripristinare il corretto tono cutaneo.

Il Q10 (detto anche Ubiquinone) è ottimo contro le rughe perché la sua azione stimola la pelle a ritrovare la sua compattezza, contrastando lo stress ossidativo dato dai radicali liberi rilasciati nel processo di invecchiamento cutaneo.

L’Olivello Spinoso ed il Q10 sono eccellenti attivi complementari, la cui azione sinergica è globale ed efficace su più fronti. Ecco perché trovo che questi due ingredienti presenti in uno stesso cosmetico lo rendano realmente completo come trattamento anti-aging. L’azione unita, è ottima nel contrastare il processo di invecchiamento cutaneo, supportando anche dall’esterno quel che già si cerca di mettere in atto attraverso una corretta alimentazione e stile di vita.

Scegliere il miglior trattamento viso con Olivello Spinoso e Q10

Vi raccomando di scegliere sempre con cura il cosmetico anti age che utilizzate sulla vostra pelle matura. Assicuratevi che contenga ingredienti dall’azione anti age prolungata nel tempo e non soltanto efficace nel singolo momento dell’applicazione. Per tal motivo vi suggerisco di scegliere una crema o un siero viso completamente privi di siliconi. Questi ingredienti infatti simulano soltanto l’effetto liftante e alla lunga si depositano sulla pelle contribuendo a seccarla ulteriormente. Anziché essere benefici, i siliconi aggravano nel tempo la situazione della pelle.

La miglior soluzione è quella di scegliere cosmetici bio, il cui risultato sia reale sulla pelle e migliorativo applicazione dopo applicazione. Vi stupirete a scoprire che spesso i cosmetici bio sono nettamente più economici rispetto ai cosmetici tradizionali. Questo perché pagare di più non sempre vuol dire avere maggior qualità. I cosmetici tradizionali si fanno pagare anche per altri aspetti: testimonial televisivi, pubblicità e packaging molto ricercati.

La nostra scelta invece su questo sito è quella di proporre solo cosmetici che abbiamo sempre un eccellente rapporto qualità-prezzo. Guardiamo quel che conta: gli ingredienti che compongono un cosmetico e la loro efficacia reale sulla pelle.

Un siero viso bio che vi consiglio di cuore di applicare mattino e sera se volete scoprire i benefici dell’Olivello Spinoso abbinato al Q10 è il Siero viso Cosnature.  La formula di questo siero è ricca di ingredienti antiossidanti: oltre ai nostri già abbondantemente citati Olivello Spinoso e Q10 troviamo la Vitamina E pura e l’Acido Ialuronico, ottimi attivi di cui sicuramente avrete già sentito parlare. Abbinata a questo siero, c’è la Maschera viso Cosnature che (pur costando pochissimo!) è il perfetto connubio ad uso settimanale per rendere la vostra skin-care anti age eccellente. Provate questi prodotti e sono certa che vi innamorerete del risultato luminoso, rivitalizzato e tonificato che la vostra pelle otterrà.

Per qualsiasi informazione ulteriore sentitevi libere di contattarmi, scrivendo a: info@primobio.it

Vi mando un grande bacio!

A presto,

Deborah

Tags: , , , , , ,

Bava di Lumaca o Siero di Vipera? Ecco tutte le proprietà!

Bava di Lumaca o Siero di Vipera?

Se vuoi scegliere il miglior ingrediente cosmetico tra questi 2 famosi rimedi naturali, questo articolo ti aiuterà a prendere la giusta decisione per la tua pelle.

Oggi approfondiremo infatti tutte le proprietà della Bava di Lumaca e del Siero di Vipera, scoprendo insieme quali sono i loro effetti sulla pelle.

Proprietà della Bava di Lumaca

La Bava di Lumaca è la secrezione naturale del piede della Lumaca, la parte inferiore che caratterizza questo simpatico animale e gli consente di muoversi.

I benefici della Bava di Lumaca per la pelle furono scoperti casualmente negli anni ’80. Un gruppo di allevatori cileni di Helix Aspersa Muller (la Lumaca di cui si utilizza anche in ambito cosmetico la bava) si erano resi conto che le loro mani erano incredibilmente morbide e vellutate e che i piccoli tagli causati dal freddo tendevano a cicatrizzarsi rapidamente, senza infezioni. Furono pertanto commissionati degli studi specifici e fu così che si scoprirono tutti i benefici della Bava di Lumaca per la pelle.

La Lumaca si muove su un terreno irregolare e accidentato ed è proprio la sua bava a proteggerla. Le piccole lesioni che possono capitare alla Lumaca si risolvono senza infezioni proprio grazie all’elevata capacità cicatrizzante e anti-batterica della bava che produce.

La Bava di Lumaca è eccezionale anche per la nostra pelle e si rivela infatti utilissima in varie circostanze.

La Bava delle Lumache è composta da preziosi ingredienti di bellezza per la nostra pelle: Acido Glicolico, Elastina, Collagene e Allantoina.

Queste sostanze si rivelano ottime alleate contro le smagliature, contro le cicatrici, contro le rughe e per sconfiggere l’acne.

L’azione schiarente contro le macchie, le smagliature e le cicatrici della pelle è data dall’Acido Glicolico che la Bava di Lumaca contiene: questa sostanza stimola profondamente la rigenerazione cutanea ed è naturalmente esfoliante e rinnovatrice.

La Bava di Lumaca contro l’acne è efficace invece grazie alla presenza di una ricca sinergia di sostanze antisettiche e anti-batteriche, capaci di contrastare l’infezione cutanea. La presenza di Allantoina completa l’azione anti-imperfezioni perché facilita la rigenerazione cutanea, migliorando il ricambio cellulare.

Contro le rughe invece l’azione della Bava di Lumache si manifesta grazie alla presenza di una forte gamma di Vitamine e Proteine nella composizione di questa sostanza naturale. Il Collagene e l’Elastina agiscono dove c’è più bisogno e donano rapidamente una pelle più soda, elastica, luminosa, idratata e compatta.

Nessun altra sostanza naturale è tanto versatile ed ecco perché si può senza dubbio affermare che la Bava delle Lumache è uno dei migliori guadagni, in termini di scoperte scientifiche per la nostra pelle.

Proprietà del Siero di Vipera

Con il termine Siero di Vipera si definisce il veleno che questo rettile rilascia nel suo attacco. L’azione del Veleno di Vipera è paralizzante: blocca la preda catturata dal serpente e consente a quest’ultimo di poter cibarsene.

Sulla pelle il Siero di Vipera “mima” l’azione che questa sostanza naturale avrebbe in Natura. Una volta veicolato attraverso una crema, il veleno della Vipera riduce le contrazioni muscolari ed attenua così l’insorgenza delle rughe.

Al di là di questo rapido effetto liftante non sono presenti altre caratteristiche degne di nota in questa sostanza, molto famosa anche se a mio parere spesso sopravvalutata.

Bava di Lumaca o Siero di Vipera? Qual è migliore?

Le azioni della Bava di Lumaca e del Siero di Vipera sono molto differenti.

La Bava di Lumaca agisce sulla struttura cutanea e la stimola a migliorarsi, con risultati sicuramente più duraturi. E’ una sostanza che tendo a preferire rispetto al Siero di Vipera perché agisce su più fronti. Mentre il Siero di Vipera svolge un mero effetto “botox” sulla nostra pelle, maggiori sono le proprietà della Bava di Lumaca.

Grazie alla Bava di Lumaca si possono ottenere risultati sorprendenti sia in termini di texture e grana cutanea, sia in termini di luminosità. La Bava di Lumaca è utile anche contro i segni “secondari” del passare del tempo come la perdita di luminosità e l’insorgenza di macchie brune sulla pelle. Il Siero di Vipera invece è semplicemente liftante: sicuramente efficace, ma una volta smesso il suo utilizzo la pelle riprende rapidamente a peggiorare nel suo aspetto complessivo.

Inoltre la Bava di Lumaca è efficace anche contro le smagliature, le cicatrici e l’acne: tutte e tre queste circostanze non vengono invece soddisfatte dal Siero di Vipera.

Per assicurare un ottimo risultato sulla vostra pelle, mi sento di cuore di consigliarvi la scelta della Bava di Lumaca pura e concentrata. Questo prodotto è privo di additivi ed è ad altissima efficacia proprio perché è puro.

Le creme a base di Bava di Lumaca contengono ANCHE Bava di Lumaca, ma è cento volte meglio scegliere l’attivo puro da utilizzare sulla propria pelle. Questo ottimizza enormemente i risultati. Ecco la Bava di Lumaca pura e concentrata che ho selezionato per voi e vi consiglio:

http://www.primobio.it/negozio/bava-lumaca-pura-concentrata/

Se invece siete interessate ad un prodotto che oltre a dare tutti i benefici della Bava di Lumaca per la pelle vi aiuti anche ad ottenere il rapido effetto botox contro le rughe già presenti sulla vostra pelle, ecco un ottimo siero:

http://www.primobio.it/negozio/anti-aging-elixir-con-bava-di-chiocciola/

Entrambi i prodotti suggeriti (come tutti quelli in vendita sul sito PrimoBio, su cui stai leggendo questo articolo) sono senza siliconi, petrolati e parabeni. Scegliamo di proporvi solo cosmetici eco bio perché siamo convinti che la nostra pelle meriti solo il meglio della Natura. I prodotti proposti sono inoltre cruelty-free: la Bava di Lumaca è ottenuta per stimolazione naturale del piede della Lumaca e NON tramite scossa elettrica (è un aspetto che spesso viene sottovalutato dai consumatori, ma per noi la tutela degli animali è fondamentale!).

Prima di salutarci, ci tengo a ricordare che se hai qualche domanda, puoi scrivermi a: info@primobio.it

Visita subito la sezione dedicata ai prodotti a base di Bava di Lumaca e scegli il migliore per te: http://www.primobio.it/

A presto,

Deborah

Tags: , , , , , , , , ,

6 idee per Regali di Natale biologici e originali!

regali di natale biologici

Quest’anno hai deciso di scegliere dei Regali di Natale biologici e vuoi essere sicuro di fare una bella figura?

Oggi ti mostrerò 6 idee per Regali di Natale biologici e originali, ciascuna pensata per una specifica esigenza!

Pronto?

 

6 idee per Regali di Natale biologici e originali!

Ecco qui 6 splendide idee regalo bio per le persone a cui tieni di più:

  • Per la donna che ama truccarsi:

Cosa c’è di meglio di un cofanetto di make up biologico e certificato?

PuroBio propone vari cofanetti tra cui scegliere: Set occhi, Set Labbra, Set Mascara + Rossetto.

I cofanetti PuroBio sono molto carini, la scatolina esterna è ben decorata e l’interno racchiude prodotti di ottima qualità. I prodotti PuroBio sono certificati eco bio, non testati sugli animali e Nichel Tested.

  • Per l’uomo moderno:

Un’idea regalo sempre utile è un cofanetto che racchiude prodotti per la rasatura maschile.

I prodotti biologici dedicati alla rasatura hanno il pregio d’essere più delicati e si adattano perfettamente anche alle esigenze delle pelli più sensibili.

In particolare suggeriamo il Set Regalo Uomo Biofficina Toscana, un regalo che racchiude un gel per la rasatura ed una crema antiossidante dopobarba. Eccellente anche sulle pelli più sensibili perché Nichel Tested e formulato con ingredienti vegetali lenitivi e calmanti per la pelle. I prodotti Biofficina Toscana sono eco bio certificati ICEA e non testati sugli animali.

  • Per la migliore amica:

L’amica che ama il biologico sarà lieta di ricevere un cofanetto mirato alle sue esigenze. Una bella idea con la quale andare sul sicuro è un cofanetto corpo contenente bagno doccia, creme o oli profumati per la pelle. Alcuni esempi sono i Regali ecobio Delidea che sono certificati bio NATRUE e non testati sugli animali. Sono regali originali nelle profumazioni e hanno un ottimo rapporto qualità-prezzo.

  • Per le proprie colleghe:

Quando i regali da fare sono molti, una splendida idea è optare per una crema mani biologica, da confezionare in una piccola busta regalo. In alternativa, per dei regali originali, perché non scegliere una bomba da bagno naturale? Quest’idea regalo è economica e può essere usata anche da chi non ha il bagno: come pediluvio rilassante a fine giornata, lasciandosi avvolgere dall’inebriante profumo scelto.

  • Per la mamma che ha appena partorito:

Anche le idee regalo bio per la mamma che ha appena partorito, non mancano!

I neonati hanno la pelle molto sensibile e fragile, ecco perché prendersene cura sin dall’inizio con prodotti biologici di qualità è la cosa migliore. Sicuramente alla mamma destinataria del tuo regalo farà piacere trovare un regalo mirato per il suo bambino sotto l’Albero. Una bella proposta è il Cofanetto Bimbo La Saponaria, ricco di prodotti appositamente formulati per le pelli delicatissime dei neonati. I prodotti La Saponaria sono eco bio, non testati sugli animali e realizzati con ingredienti sani e genuini. Presentano un ottimo rapporto qualità-prezzo, nettamente migliore rispetto a quello di molti altri prodotti bimbo in commercio.

  • Per la figlia o la giovane nipote:

Se il regalo è destinato ad un’adolescente, alcuni prodotti per la skin-care sono sempre graditi. Spesso durante l’adolescenza la pelle è impura, per cui scegliere prodotti adatti può aiutare a migliorare la situazione.

I prodotti Lady Green ad esempio si prestano molto bene ad essere usati come regali bio perché già la loro confezione esterna è molto carina e decorata.

E se invece vuoi stupire il destinatario del tuo dono con un regalo personalizzato, scopri le nostre BioSorprese di Natale. Si tratta di splendide confezioni regalo pronte per essere consegnate a chi vuoi tu e ricche di prodotti biologici. La cosa bella è che possono essere personalizzate compilando un semplice questionario sui gusti del destinatario del regalo: in questo modo pensiamo noi alla composizione più adatta e tu puoi fare uno splendido regalo risparmiando. Si, perché in ogni BioSorpresa il valore dei prodotti contenuti è sempre superiore alla tua spesa. Corri a scoprirle!!

Io spero che queste idee per i vostri regali di Natale biologici vi siano state utili!

Per qualsiasi domanda o richiesta di suggerimento scriveteci pure e saremo lieti di consigliarvi al meglio: info@primobio.it

A presto!

Deborah

 

Tags: , , , , , ,

Solari BIO: perché preferirli?

Oggi desidero approfondire con voi l’argomento dei solari BIO, raccontandovi in cosa differiscono rispetto ai solari tradizionali e come sceglierli al meglio.

Le creme solari BIO sono creme con filtri solari minerali/fisici. La principale differenza tra i solari BIO e quelli tradizionali, risiede proprio nel filtro utilizzato e nel suo modo di “rapportarsi” ai raggi solari.

 

Differenze tra i filtri solari fisici e chimici

I filtri solari fisici tipici dei solari bio fungono da schermo: riflettono i raggi solari impedendo loro di danneggiare la pelle.

I filtri solari chimici tipici dei solari tradizionali invece, assorbono i raggi solari e li neutralizzano. Assorbendoli per neutralizzarli però, consentono comunque il rilascio di radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento e della degenerazione cellulare.

 

Ingredienti idratanti nelle creme solari

Nelle creme solari BIO, accanto ai filtri solari sono presenti ingredienti idratanti e lenitivi per la pelle. Burro di Karité, oli vegetali e gel di Aloe Vera sono soltanto alcuni degli ingredienti che più spesso formano la “base idratante” della crema solare bio. Questi ingredienti hanno il pregio di nutrire in profondità e lenire la pelle durante l’esposizione solare, finché il filtro solare la protegge. Nelle creme solari bio inoltre, sono spesso presenti ingredienti vegetali antiossidanti e calmanti per la pelle, per un’azione globale.

Nelle creme solari tradizionali invece, spesso capita di trovare ingredienti d’origine petrolchimica nella formula. Scelti per il loro basso costo, questi ingredienti non raggiungono lo stesso potere idratante e lenitivo per la pelle rispetto agli ingredienti vegetali contenuti nei solari eco bio. Alcuni esempi di ingredienti petrolchimici che si trovano nei solari tradizionali sono: paraffinum liquidum, mineral oil, petrolatum, cera microcristallina.

Proprio per la loro differente composizione, la mia preferenza ogni anno va ai solari bio. Più amici della pelle e dell’ambiente, sono solari che reputo maggiormente funzionali e più sicuri, usandoli nel modo corretto.

È importante scegliere delle creme solari che possiedano un SPF adatto al proprio fototipo. Meglio un SPF più alto, per una maggior protezione: io ad esempio, avendo la pelle molto chiara uso sempre l’SPF 50+. Non è assolutamente vero che un SPF più alto faccia abbronzare più lentamente: al contrario, assicura un’abbronzatura più sana e più duratura. È importante anche esporsi al sole con intelligenza: evitare le ore più calde e ricordarsi di riapplicare il prodotto durante il giorno più volte (e sempre dopo ogni bagno in acqua). Guai ai rimedi fai da te per quel che riguarda la protezione solare: affidatevi solo a prodotti creati da laboratori cosmetici autorizzati, perché con la pelle non si scherza!

Tra i miei solari bio preferiti, ci sono sicuramente i solari Biovera. Entrambe le versioni di creme solari si spalmano in fretta e lasciano la pelle ben protetta, idratata e al contempo asciutta.

Io spero che quest’articolo vi sia stato utile e vi mando un grande bacio,

Deborah

 

 

Tags: , , , ,

Prodotti bio efficaci per eliminare i punti neri!

Prodotti bio efficaci per eliminare i punti neri!

Nell’articolo di oggi desidero consigliarvi alcuni prodotti bio particolarmente efficaci per eliminare i punti neri e purificare la pelle!

I punti neri si formano per un accumulo di impurità nei pori della pelle. Residui di make up, smog e sebo in eccesso ne sono una causa ed ecco perché una skin care capace di pulire in profondità la pelle senza aggredirla è un must se vuoi eliminare i punti neri.

Scegli un detergente viso quotidiano ricco di sostanze purificanti ed abbinalo ad uno scrub efficace ed una maschera che migliori ulteriormente la pulizia della pelle da realizzare 1-2 volte alla settimana. In commercio esistono tanti cosmetici, ma il mio consiglio è quello di optare per prodotti bio, le cui sostanze naturali (e non chimiche) garantiscano un risultato effettivo e non soltanto temporaneo.

Ti suggerisco di puntare su questi 3 prodotti: sinergicamente danno ottimi risultati e aiutano a eliminare i punti neri già dai primissimi utilizzi!

Detergente viso Extreme Energy Nonique

Questo detergente viso pur essendo molto economico, è estremamente purificante ed ottimo per eliminare ogni eccesso di sebo, make up, impurità e batteri che occludono i pori. Piacevole da usare, rinfrescante e tonificante, ti aiuterà a tenere i pori della pelle ben puliti, prevenendo ed eliminando i punti neri. Volendo, puoi amplificare ulteriormente la pulizia della tua pelle abbinandolo ad un guantino esfoliante.

Scrub viso Lady Green

Qui su PrimoBio ho selezionato tanti scrub efficaci per esfoliare la pelle e liberarla dalle impurità: il migliore tra tutti quelli presenti, se vuoi eliminare i punti neri è lo Scrub viso Lady Green. La sua formula contiene microgranuli di grandezza diversa che agiscono a più livelli, lasciando la pelle perfettamente liscia e levigata. Questo scrub è estremamente efficace anche contro i brufoli e l’eccesso di sebo: disinfetta, purifica e svolge proprietà astringenti.

Maschera viso all’Argilla verde Cosmofarma

Una buona maschera viso è ottima per completare la pulizia della pelle. L’argilla purifica e detossina la pelle, eliminando anche i punti neri più piccoli e difficili da raggiungere. Realizzata 1-2 volte alla settimana, assicura una pelle perfettamente pulita, luminosa e priva d’imperfezioni!

Spero che questo articolo ti sia stato utile per scoprire quali prodotti possono risolvere definitivamente il problema dei tuoi punti neri.

Se desideri maggiori consigli o hai qualche domanda, scrivimi pure a: info@primobio.it e sarò lieta di aiutarti!

A presto,

Deborah

Tags: , , ,

Creme viso BIO: ecco come applicarle!

Ti sei mai chiesta come applicare le creme viso, per potenziarne l’efficacia?

Ebbene si: anche se può apparire di poca rilevanza, l’applicazione della crema viso incide moltissimo sul risultato finale che questa avrà sulla pelle!

In particolare, quando parliamo di creme viso bio (formulata quindi principalmente con oli ed estratti vegetali), l’applicazione è ancor più importante, per esaltare al massimo proprietà e benefici.

 

Creme viso BIO: come applicarle?

In quest’articolo desidero condividere insieme a te, i miei 3 migliori consigli per applicare le creme viso bio al meglio.

Vediamoli subito insieme:

  1. Preleva poca crema alla volta!

Uno degli errori più frequenti quando si applica la crema viso, è quello di metterne troppa. Non bisogna esagerare, ma nemmeno scarseggiare (soprattutto ora che si va incontro alla stagione invernale). Ti è mai capitato di provare un campioncino e trovare la crema eccellente e poi, una volta acquistato il full-size, ricrederti? Spesso questo accade perché con il full-size sotto mano si è portate a usare troppo prodotto. Il mio consiglio è quello di prelevare la crema con il mignolo anziché l’indice: per tutto il viso saranno sufficienti 4-5 “punte di mignolo” da posizionare al centro della fronte, sulle due guance, sul naso e al bisogno sul mento. Ovviamente poi si spalma tutto bene, coprendo viso e prima parte del collo con movimenti circolari.

  1. Stendi la crema verso l’esterno e verso l’alto.

La giusta direzione per stendere la crema viso, è verso l’esterno e verso l’alto. Partendo dalle aree più centrali del viso, si deve spalmare il prodotto verso l’esterno e l’alto perché questo meccanismo è il migliore per favorire l’assorbimento della crema e liftare giorno dopo giorno la nostra pelle, prevenendo le perdite di tono causate dal passar del tempo.

  1. La crema viso bio, si applica così!

Essendo formulate con oli vegetali, le creme viso bio si stendono ancor meglio se la pelle è leggermente umida! Anche se leggere o leggerissime (molte creme viso bio di recente formulazione sono adatte anche alle pelli più grasse o impure) l’applicazione migliore resta sempre quella sulla pelle leggermente inumidita perché così la pelle è in grado di assorbire esattamente la quantità di nutrimento di cui ha bisogno senza ingrassarsi! La pelle leggermente inumidita attenua inoltre anche la lieve scia bianca che alcune creme bio più ricche possono generare.

Bene: spero che questo approfondimento sull’uso della crema viso ti sia stato utile!

Ti mando un bacio!

A presto,

Deborah

Tags: , ,

Come scegliere il miglior Tonico viso bio?

Il tonico viso bio è un prodotto su cui in molte mi chiedete consiglio ed ecco perché ho pensato che un articolo in cui ve ne metto alcuni dei migliori a confronto, potesse esservi utile!

In questo articolo scoprirete come scegliere il miglior tonico viso bio, confrontandone diversi prima della scelta!

Il tonico viso è un prodotto che si utilizza dopo la detergenza del viso e prima della crema. Aiuta ad eliminare le ultimissime impurità dal viso e (a seconda degli ingredienti che contiene) apporta ulteriori specifiche proprietà: addolcente, lenitiva, astringente, anti-batterica per citare le più diffuse.

 

Tonico viso bio o idrolato?

Su PrimoBio ho scelto di proporvi diversi tonici eco bio ed accanto a questi anche degli idrolati puri, ottimi come alternative al tonico.

Gli idrolati sono ottenuti per distillazione di una pianta in corrente di vapore. Hanno il pregio di racchiudere tutte le migliori proprietà di quella pianta ed esaltarle al massimo nella loro applicazione sul viso, proprio perché sono puri. Ad esempio, l’idrolato di Hamamelis è fortemente astringente, l’idrolato di Camomilla è lenitivo e calmante, l’idrolato di Salvia è disinfettante e anti-imperfezioni. Ogni idrolato ha le sue caratteristiche che ho spiegato ampiamente in un articolo dedicato di cui ti lascio di seguito il link: Idrolati: qual è il migliore per la tua pelle?

La differenza principale tra idrolati e tonici è che gli idrolati sono “concentrati” puri di una sola sostanza, mentre i tonici racchiudono le proprietà di più sostanze ed agiscono quindi su più fronti! Certo, si può anche acquistare più idrolati e miscelarli insieme, creando così un prodotto personalizzato per le proprie esigenze, ma il risultato non sarà mai tanto ricco come acquistando dei tonici già pronti.

 

Tonico viso bio: eccone 4 a confronto!

Ho selezionato per PrimoBio quattro ottimi tonici da proporvi, ciascuno eco bio certificato e dedicato ad un tipo di pelle specifico.

Questo è il primo di una collezione completa di tonici Nonique in arrivo nei prossimi mesi! È un tonico formulato ottimamente per la pelle matura o per chi vuole prevenire le rughe. La presenza di un’alta quantità di succo di Aloe Vera combinato a Glicerina, lo rende ottimo però anche per la pelle sensibile. Contiene tanti ingredienti naturali che svolgono un’azione antiossidante e rigenerante. Pur costando poco, è un bel mix.

Questo tonico viso contiene un mix di ingredienti adatti alla maggior parte dei tipi di pelle, specialmente quelle impure. Rispetto ai tonici viso Propolia e Lady Green (più specifici però per la pelle impura/acneica) il tonico Biovera è più soft, nel senso che contiene ingredienti purificanti in concentrazioni inferiori ed abbinati ad altre sostanze, più propriamente lenitive e addolcenti. Lo considererei un tonico ottimo per chi ha delle imperfezioni sul viso non troppo marcate.

C’è una sottile differenza tra il tonico viso Propolia e quello Lady Green. Entrambi sono ottimi sulla pelle impura, mista/grassa/acneica. La differenza sta negli ingredienti impiegati, che fanno propendere il tonico viso Propolia più verso una pelle grassa-acneica (con problemi di sebo in eccesso, che causano successivamente imperfezioni sul viso).

Il Tonico viso Lady Green invece è un tonico che vedo maggiormente adatto alle pelli miste-sensibili. Contiene infatti una quantità maggiore di ingredienti addolcenti e lenitivi, che ben si adattano alla situazione di una pelle irritata e infiammata, magari a causa dell’acne.

Se quest’articolo ti è stato utile aiutami a farlo conoscere a quante più persone possibili condividendone il link come preferisci (su Facebook, su Google Plus, su forum dedicati all’argomento, sul tuo blog: i modi sono tanti per aiutare le persone a conoscere l’eco bio!).

E se desideri un consiglio personalizzato, sentiti libera di scrivermi: info@primobio.it

Aspetto la tua e-mail!

A presto,

Deborah

Tags: , , ,

PrimoBio utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione. Continuando nella navigazione del sito, i cookies si intendono accettati. Ulteriori informazioni sono disponibili nell'informativa estesa. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi